BERNALDA: Il randagismo non è stato debellato anche se il Comune getta acqua sul fuoco – L’adozione e l’affidamento collettivo sembrano non bastare –

cani-randagi-bernalda-basilicata-magazineIl fenomeno del randagismo persiste. Continuano ad arrivare segnalazioni di “incontri ravvicinati” molto pericolosi, specialmente nelle ore notturne. Le vie del web sono piene di storie, spesso poco piacevoli, che raccontano di morsi ricevuti da parte di gruppi di randagi che si aggirano, affamati e sbandati, non solo in periferia, ma anche per le vie del centro. A farne le spese sono gli stessi animali. Qualcuno segnala addirittura aggressioni  ai propri animali domestici, aggrediti dai cani senza padrone. Eppure, stando a quanto dichiarato dagli amministratori comunali, molto è stato fatto e si sta facendo, per mitigare le problematiche sociali del settore, ma anche per alleggerire le spese del Municipio cittadino, costretto a combattere il randagismo. «La chiusura del canile comunale di contrada Gaudella – osserva l’assessore alle Politiche ambientali, Vincenzo Grippo – ha consentito di alleggerire le uscite dal nostro bilancio di ben 80 mila euro. A fronte, infatti, dei 240 mila euro di spesa, occorrenti per la precedente gestione della struttura di accoglienza dei cani, attualmente siamo scesi a 160 mila. In seguito all’affidamento del servizio a una società di Ferrandina, che si occupa anche dell’accalappiamento dei cani pericolosi. Naturalmente -prosegue Grippo – rispettiamo tutti coloro che amano gli animali, e tra questi ci si mette anche il sottoscritto. Per questo sono state avviate, da tempo, politiche di lotta indolore, come l’adozione, anche a distanza dei cani, l’affidamento collettivo e altre iniziative di contrasto al problema del randagismo». Ma in che modo il Municipio utilizzerà le somme risparmiate? «Gli 80 mila euro di risparmio – risponde Grippo – saranno in parte assorbiti dalle voci di bilancio e in parte serviranno per finanziare il progetto del verde urbano. Per dare lustro e migliorare le aree del territorio in degrado. Lo faremo grazie a un bando di gara specifico e punteremo molto anche sulla frazione di Metaponto».

FONTE: LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO – di Angelo Morizzi –

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...